La medicina estetica per il viso

TOSSINA BOTULINICA
La tossina botulinica agisce bloccando temporaneamente gli impulsi nervosi e quindi riducendo in modo progressivo e transitorio l’attività dei muscoli facciali che con la loro contrazione, provocano l’insorgenza delle rughe e dei solchi di espressione.
Indicazioni:

  • ridurre o eliminare rughe e solchi in corrispondenza della fronte, della glabella (regione della fronte compresa tra le sopracciglia), della parte laterale delle palpebre (“zampe di gallina”)
  • sollevare la parte laterale delle sopracciglia

FILLER DI ACIDO IALURONICO
I fillers sono sostanze di origine diversa che vengono iniettate con aghi sottili nello spessore della cute (derma superficiale o profondo) o al di sotto di questa per correggere inestetismi. L’acido ialuronico è una sostanza naturalmente presente nella struttura della pelle che conferisce alla stessa resistenza e mantenimento della forma. Con l’avanzare degli anni la naturale produzione dell’acido ialuronico diminuisce e di conseguenza insorgono le rughe. La sua iniezione è usata nel trattamento dell’invecchiamento cutaneo e correttivo di alterazioni volumetriche del volto.
Indicazioni: riempimento di rughe, solchi, piccole aree depresse e ripristino o aumento del volume delle labbra e degli zigomi.

BIORIVITALIZZAZIONE
La biorivitalizzazione cutanea è una tecnica di ringiovanimento del volto e del collo che consiste nella stimolazione e riattivazione del derma papillare o superficiale mediante l’infiltrazione intradermica-sottocutanea di sostanze farmacologiche con attività stimolante la rigenerazione della pelle. Tali sostanze stimolano le cellule a un rinnovamento più rapido ed efficace: il contenuto di acqua aumenta e viene stimolata la produzione di collagene ed elastina. Normalmente la biostimolazione viene inserita in un programma correttivo più ampio che comprende l’uso di cosmetici adeguati, l’ausilio eventuale di peeling chimici per stimolare ulteriormente il rinnovamento cellulare e l’eventuale utilizzazione di riempitivi (acido ialuronico). Indicazioni: fenomeni di invecchiamento cutaneo e disidratazione.

VEICOLAZIONE TRANSDERMICA CON ISOFORESI
Trattamento di biorivitalizzazione senza aghi dell’invecchiamento cutaneo lieve e delle discromie attraverso l’utilizzo di un manipolo che, generando un campo elettrico, veicola i principi attivi a livello del derma e dell’ipoderma.

PEELING CHIMICI
Peeling (dall’inglese to peel) significa rimozione rapida e controllata dei piani esterni del rivestimento cutaneo, mediante l’applicazione locale di sostanze (per lo più acidi organici) in grado di scindere i legami che tengono unite le cellule. In base alla potenza dell’agente cheratolitico utilizzato, il peeling può essere superficiale, medio o profondo. I peeling superficiali e medio-superficiali (soft-peeling), attraverso la rimozione dello strato corneo, rendono immediatamente più luminosa la superficie cutanea, che acquisisce anche una maggior levigatezza. Tale terapia viene inserita in programmi più ampi personalizzati sul paziente in seguito al check-up cutaneo.‚Äč
Indicazioni:

  • acne lieve-moderata
  • invecchiamento cutaneo
  • pigmentazioni (macchie solari, macchie senili ecc.)
  • pori dilatati
  • rughe superficiali
  • cheratosi
  • ipercheratosi follicolare
  • efelidi
  • eccessiva untuosità
  • necessità della pelle di un aspetto omogeneo e luminoso e una maggior tonicità e compattezza

RADIOFREQUENZA BIPOLARE
La radiofrequenza bipolare è una metodica non invasiva che sfrutta l’energia elettromagnetica generata da appositi apparecchi elettromedicali a bassa potenza che attraversando i tessuti incontra una resistenza che converte in energia termica. L’effetto termico che si raggiunge nel derma profondo determina la denaturazione delle fibre di collagene con conseguente contrazione immediata delle fibre ed effetto progressivo nelle settimane successive con neo-collagenesi tramite la stimolazione dell’attività dei fibroblasti.
Indicazioni: trattamento della lassità cutanea del viso e collo.

FILI DI SOSPENSIONE
Questa tecnica prevede l’inserimento attraverso un ago, di fili riassorbibili nel sottocutaneo, con lo scopo di sollevare e riposizionare i tessuti che iniziano a cedere a livello del volto (regione mandibolare, collo, zigomi) in maniera mini-invasiva e per un periodo abbastanza lungo (circa 2 anni). I fili posizionati nel sottocutaneo stimolano inoltre la produzione di collagene, aumentano la sintesi di acido ialuronico endogeno e migliorano il microcircolo locale questo crea una tensione naturale del tessuto, una sua maggiore compattezza ed elasticità.
Indicazioni: trattamento della lassità cutanea del viso e collo.

Share by: